Quarta puntata di “Aspettando Natale”!

La Maga vi propone oggi una rustica, particolare, “montana” idea per l’antipasto del pranzo di Natale, o anche per il Cenone di Capodanno con gli amici: patate ripiene!

Ecco gli ingredienti per 6 :
6 patate medie
un porro non troppo grosso
una fetta di pancetta (un paio di cm)
una manciata di grana grattuggiato
panna da cucina
olio sale
Lavate accuratamente le patate, fregate bene la buccia perchè andrà mangiata.
Mettetele in una pentola di acqua, salate e fate lessare ritirandole pochi minuti prima di terminare la cottura.
Nel frattempo lavate il porro, affettatelo a rondelline dalla base fino a dove sentite che
 le foglie sono troppo corpose.
Mettete il porro così tagliato a rosolare in un tegame con un filo d’olio. Aiutatevi con qualche cucchiaio di acqua (come sempre attenti a non lessare!) Intanto tagliate a cubettini la pancetta e aggiungetela al porro perchè rosoli bene. Aggiustate di sale tenendo conto che la pancetta rilascerà un po’ del suo gusto.
 Appena le patate, ritirate dall’acqua, si sono intiepidite, tagliate la parte superiore  (sarano i vostri coperchietti) e con l’aiuto di un cucchiaino scavatele  per bene al loro interno creando delle scodelline e disponendole in una teglia da forno.
Sminuzzate la polpa della patata che avete scartato e aggiungetene almeno metà al sughetto preparato prima.
Fate amalgamare. Mettete un pizzico di grana in ogni scodellina con un cucchiaio raso di panna. Farcitele con il sugo ottenuto fino a riempirle , cospargetele con un altro cucchiaio di panna e chiudetele con il loro “coperchietto”. Infornate per 10 minuti a 180° , ritiratele dal forno e passate del burro sulla parte superiore. Infornate nuovamente per altri 15 minuti o quanto basta affinchè siano ben calde e lievemente dorate. Servite ben calde! 😀
La buccia viene mangiata tranquillamente, è anche ricca di nutrimento. Rende il gusto particolare e aiuta a favorire la digestione.
La polpa di patata avanzata può essere riutilizzata per preparare una buona minestrina leggera, tipo riso e patate, magari per il giorno seguente tutte queste belle abbuffate 😀
A presto
MM