Cari amici di Stracotto e Brusà….
So cucinare anche io!!! Rubo per un momento la scena a Maga Mastra per darvi modo di provare con gusto e dire la vostra!
Una sera a casa di amici ho provato una delizia per il palato…
 Un piatto semplice, ma originale, delicato…elegante oserei dire. Non solo un risotto insomma!!:-D Ho carpito la ricetta e, come al solito, le donne di casa sono state le prime cavie. Il piatto ha trovato subito largo consenso, cosi tanto che dopo qualche giorno ho dovuto ripetermi!!!

Ingredienti (per 3 persone)
240 gr di riso
20-25 foglie di basilico
1 piccola cipolla
Olio e dado
Vino bianco
Grana
Una noce di burro
Brodo
Tritare finemente la cipolla e farla rosolare a fuoco lento in un po’ di olio per qualche minuto (Attenzione: deve rimanere bianca!). Aggiungere qualche cucchiaio di acqua e continuare a farla appassire. Quando

 l’acqua è evaporata, aggiungere il riso e procedere ad una leggera tostatura. A fuoco medio, aggiungere mezzo bicchiere di vino bianco e farlo evaporare tenendo mescolato il riso con cura. Iniziare ad aggiungere il brodo. (Io ho sempre usato brodo di dado delicato/vegetale) Nel mentre tritare finemente le foglie di basilico. A cottura quasi ultimata mantecare con una bella manciata di grana, aggiungere una noce di burro e il basilico tritato finemente. Regolare, naturalmente, di sale, e…..il piatto è pronto per essere “impiattato” (ormai a casa nostra non si parla d’altro….) e mangiato!


 
Il riso, per il suo gusto fine e particolare ben si sposa con un ottimo vino bianco…a voi la scelta! Visto che l’autunno è ormai alle porte e non c’è poi più molto da raccogliere ormai nell’orto, spero facciate in tempo comunque a provare questa ricetta.
 Altrimenti tenetela in serbo per la bella stagione!!
Dalla cucina di Stracotto e brusà.. buon appetito
:Dxe