Il richiamo alla tabacchiera da parte di maxi & dxe mi ha dato lo spunto per precisare che lo scopo del blog è anche quello di far rivivere, trasmettere, rispolverare con foto e aneddoti, antiche tradizioni della nostra piccola comunità. dL’uso del tabacco da fiuto o da naso risale alla fine del seicento. Sniffare tabacco in compagnia aiutava a rinsaldare negli incontri, vincoli e amicizie, pratica molto diffusa tra le nostre nonne.

Ricordo gli scambi di tabaccate tra   le zie Costanza ,Olimpia e l’Anna “ciocia”sulle scalette dei campi del Bersaglio.La scatolina più economica era costruita da un intreccio di corteccia di betulla bianca,(bedola) materiale usatissimo nei manufatti dai nativi del nord America.A Casotto le tabacchiere venivano costruite fino ai giorni nostri da Mastro Raimondo “scarparo”.