Ecco quanto resta della famosa vigna di Adriano Serafini(1883/1962), non era certo la vigna di Nabot, ma… sicuramente altrettanto curata e amata. Da bambino, immancabilmente la seconda domenica di settembre mi trovavo in queste vanezze, per accompagnare a caccia mio padre.


dsc_0028

Sul sentiero che saliva dalla Val-Sperosa, si può ammirare il pozzo  che Adriano usava per il verderame. Ora, il sentiero che partiva da Casotto (n° mp.1229-1230) non esiste più, e per il suo ripristino è più facile ottenere un “responso” dalle stelle di Paolo Fox che dalle autorità comunali. (passate o recenti).

dsc_0002