E lo chiamarono un “Quarantotto”. Si dice ancora quando la confusione è grande.

Cosa resta? Il “Wiener Schnitzel”, che piaceva molto a Radetzky: infatti, lui Governatore austriaco del Lombardo Veneto a Milano s’innamorò della cotoletta alla Milanese e la ricetta la trafugò a Vienna dove le cambiarono nome. La differenza? Quella Milanese è di vitello, quella Viennese può essere di vitello o di maiale.

Ma a Casotto che successe nel ’48?

Nacquero 4 bimbi, tutti di cognome Sartori, ma solo due sopravvissero. Per il resto? Duro lavoro di sopravvivenza.

data nome padre nonno paterno nonna paterna madre nonno materno nonna materna decesso
1.1.1848 Francesco VVigilioSartori Giacomo Margherita Catterina Sartori Gian Battista Maria 20.1.1848
13.1.1848 Antonio Benigno Giacomo Sartori Antonio Anna Cattarina Orsola Sartori Domenico Veronica 24.1.1848
17.7.1848 Raffaele Matteo Sartori Giacomo Margherita Maria Sartori Paolo Antonia 5.6.1909
23.9.1848 Nicola Pietro Sartori _ _ Maria Astegher _ _ 29.4.1924

 

Enrico S.