Germano Munari con la moglie Ancilla in una foto anteguerra.
Va ricordato che Germano, svolgeva l’attività di fabbro nella sua abitazione officina.
Il maglio, era azionato dalla forza motrice dell’acqua dell’ Astico.
Da bambino, mi recavo ogni primavera nella sua officina per far rigenerare quelle semplici attrezzature
che tutti possedevano, vanghe, zappe, ma sopratutto le accette (menare bolse)
AMARCORD.
 Germano era solito ricordare che, attraverso la passerella che scavalcava l’Astico, nel 1916
Karl I d’Asburgo in ispezione alle truppe austriache scese nel nostro fondovalle, 
fermò  il il corteo militare per visitare quella casa isolata,  bevendo anche una tazza d’acqua.
Nel 1954 nel mese di ottobre la funzione religiosa (Madonna pellegrina) partì dalla sua abitazione.
sera