Questa foto cartolina è stata spedita dal K. Jager Placido S. alla compaesana Candida a 
Braunau, (qui ripresa nello studio fotografico ” Franz Hargass nell’anno 1917).
Sappiamo che Candida al rientro a Casotto si sposò per procura, e raggiunse il marito negli U.S.A.
Placido, intraprese invece una vita errante e solitaria.
AMARCORD… Nel 1956 a Grumolo delle Abbadesse, giovane allievo dell’I.S.G. nelle
interminabili passeggiate domenicali, passando in gruppo davanti a una casa colonica
un vecchio avvolto in un grande tabàro mi chiese : “Da dave te vien ” da Casotto, risposi
” Alora te cognosi el Placido”??? Fu così che tramite il vecchio contadino appresi che Placido S.
passava gli inverni lavorando nelle grandi stalle di Grumolo, Camisano,  S. Pietro in  Gu
e d’estate sugli alpeggi di Vezzena o Campo Rosà.
sera